Juris Mind audio lezioni diritto - Il Diritto ad un Ambiente Sano e ad un Mondo Sostenibile

Juris Mind audio lezioni diritto - Il Diritto ad un Ambiente Sano e ad un Mondo Sostenibile

Il Diritto ad un Ambiente Sano e ad un Mondo Sostenibile.

ambienteIntrecci fra diritto naturale, diritto internazionale (propriamente detto), diritti soggettivi e chi più ne ha più ne metta, sono i primi pensieri che mi vengono sul titolo che ho deciso di mettere a questo breve intervento.

Il diritto privato, così come siamo portati ad intenderlo sino ad oggi (grazie a retaggi, principalmente di tipo storico ed a condizionamenti economico sociali) è un diritto dell’economia, nella sua maggior parte…una sorta di diritto dell’egoismo.

Si regolano in esso, infatti, le ragioni del dare e dell’avere, sia che si tratti di contratti che di rapporti più intensi e pregni di umanità (basti pensare al diritto agli alimenti, così come agli assegni di separazione o di divorzio).

Il diritto, però, a mio modo di intendere, anche il diritto privato, non può esaurire la propria funzione in un diritto di matrice mercantilistica.

Emergono ulteriori istanze che sono si diritti soggettivi (diritto alla salute, diritto ad un ambiente sano) ma che sfociano immediatamente, si confondono, in diritti / interessi collettivi e, soprattutto diffusi.

La Nostra Carta Costituzionale, all'art. 32, riconosce quale diritto fondamentale della persona il diritto della salute ed ancor prima, e, seppure in modo del tutto fugace, attribuisce con l'art. 9 alla Repubblica il compito di tutela del Paesaggio.

La legislazione speciale, specie negli ultimi decenni, è stata particolarmente copiosa in merito alla tutela delle condizioni ambientali. Anche se, parte preponderante, è riservata al recepimento dei vari accordi e trattati internazionali riguardanti il clima, a partire da Kyoto, nei confronti dei quali, purtroppo, però, le varie nazioni, a partire da quelle più “progredite” si mostrano particolarmente “diffidenti”: tali accordi ostacolerebbero la crescita (?) o meglio peggiorerebbero la crisi (?).

Ma a parte queste considerazioni, su cui ciascuno di noi può dire la sua a pieno titolo, mi preme scorgere, proprio a partire dal diritto privato, un cambio di substrato su cui il medesimo si poggia…Il diritto dell’ego (diritto privato), così come storicamente è stato concepito ed ancor oggi condizionato, è un diritto adatto alla sostenibilità del nostro mondo e dei relativi rapporti umani?

Mauro Franchi

fbq('track', 'AddToCart')